5x1000: Sostieni i nostri progetti scegliendo di donare il tuo 5 per 1000 a SOS BAMBINO. Codice fiscale: 9 5 0 5 1 9 1 0 2 4 8


Modalità
Adotta un bambino a distanza
5 X 1000
Ogni contributo è fiscalmente detraibile
Donazioni solidali: visita il sito!
La Bottega SOlidale

Ente autorizzato ex art. 39 L. 184/83 ISCR.ALBO 18/10/2000 su tutto il territorio italiano
Sede centrale

Via Monteverdi 2/A 36100 Vicenza
Tel. 0444/570309
Fax. 0444/282584
Dal lunedì al venerdì 8.30-18.00
E-Mail: info@sosbambino.org

Il giornale

Rivista sull'infanzia e la cultura dell'adozione



Comunicato CAI - Rimborsi spese adottive per le adozioni concluse negli anni 2012-2017

30/05/2018
Di seguito la comunicazione apparsa in data 30/05/2018 sul sito della Commissione Adozioni Internazionali in merito ai rimborsi delle spese adottive per le adozioni concluse negli anni 2012-2017: " E’ in corso di pubblicazione sul sito della Commissione e sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (D.P.C.M.) contenente le modalità di presentazione delle domande di rimborso delle spese sostenute per adozione internazionale, con riferimento alle adozioni internazionali di minori stranieri, il cui ingresso e la residenza permanente in Italia siano stati autorizzati nel periodo compreso: tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2012 tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2013 tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2014 tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2015 tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2016 tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2017 Hanno accesso al rimborso i coniugi residenti sul territorio nazionale che abbiano concluso un procedimento adottivo o affidamento pre-adottivo nei termini sopra indicati; hanno, altresì, accesso al rimborso i genitori adottivi italiani che hanno beneficiato dell’adozione pronunciata dalla competente Autorità di un Paese straniero, secondo le disposizioni di cui all’articolo 36, comma 4, della legge 4 maggio 1983, n.184. Le domande potranno essere presentate, con esclusione di qualsiasi altro mezzo (fatto salvo quanto scritto più avanti per i genitori che non si sono avvalsi di un ente e per i genitori che hanno beneficiato dell’adozione pronunciata dalla competente Autorità di un Paese straniero, secondo le disposizioni di cui all’articolo 36, comma 4, della legge 4 maggio 1983, n.184), mediante accesso al portale on line “Adozione Trasparente” https://adozionetrasparente.commissioneadozioni.it. L'accesso al sistema è permesso esclusivamente tramite autenticazione con SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale) che consente di accedere ai servizi resi disponibili dalle Pubbliche Amministrazioni in modo semplice, veloce e sicuro da qualsiasi dispositivo (computer, tablet e smartphone), garantendo la protezione dei dati personali. Per ottenere l'utenza SPID, attualmente a titolo gratuito, è necessario rivolgersi ai gestori di identità digitale SPID. Per maggiori informazioni sulla richiesta dell'identità SPID consulta la pagina dedicata sul sito ufficiale dell’Agenzia per l’Italia Digitale: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid. ATTENZIONE: Solo le coppie che hanno beneficiato dell’adozione di cui all’art. 36, comma 4, della legge 4 maggio 1983, n.184 e coloro che hanno concluso la procedura adottiva senza l'assistenza di un ente autorizzato presenteranno, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, istanza congiunta di rimborso delle spese sostenute per adozione, indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Commissione per le adozioni internazionali, via di Villa Ruffo, 6 - 00196 Roma. L'istanza di rimborso - in busta chiusa e sigillata riportante sulla busta la seguente dicitura “Rimborso spese adozione ANNO …” riportando l’anno di riferimento dell’adozione - deve essere redatta compilando esclusivamente l’allegato MODELLO A e tutti gli altri modelli previsti dal D.P.C.M. N.B. tutte le istanze di rimborso già inviata alle CAI non saranno prese in considerazione, pertanto si inviato le coppie che hanno già trasmesso l’istanza a formulare nuova istanza secondo le modalità qui specificate. Seguirà a breve la pubblicazione del testo di D.P.C.M. e del manuale di istruzioni operative per la presentazione della domanda on line."